Un professionista romano si è rivolto allo Studio Legale Giusti&Laurenzano per ricevere assistenza in seguito a comportamento scorretto e negligente, posto in essere, ai suoi danni da un centro C.A.F. – Centro di assistenza fiscale.

In seguito alla morte di entrambi i genitori, il professionista si era rivolto ad un CAF specializzato, per espletare le pratiche relative alle due successioni.

Purtroppo, però, il CAF commetteva seri e gravi errori in entrambi le dichiarazioni, pregiudizievoli l’una all’altra, con conseguente accertamento fiscale in capo all’incolpevole erede.

Quest’ultimo, costretto a pagare la “multa” dell’agenzia delle entrate per errata dichiarazione, nonché l’operato di altro professionista nuovamente incaricato per dipanare la matassa ingarbugliata delle precedenti successioni, richiedeva al CAF quantomeno la restituzione delle somme spese.

Di fronte al diniego assoluto, decideva di rivolgersi all’Avv. Patrizia Giusti dello Studio G&L Avvocati, la quale ultima citava in giudizio il CAF interessato, per responsabilità professionale, omessa fattura ed omessa copertura assicurativa, oltre alla richiesta di risarcimento delle somme pagate e del danno.

Il Giudice di Roma ha accolto totalmente la domanda attorea, condannando il CAF al risarcimento del danno provocato alla parte e alla rifusione delle spese di lite.