Così ha ribadito il Tribunale di Treviso con la sentenza del 15 Ottobre scorso, precisando la natura di responsabilità contrattuale sia delle scuola che dell’insegnante.

Il fatto che si è trovato a giudicare il Tribunale è quello di una bimba iscritta alla scuola materna che, nel momento della ricreazione in giardino, era scivolata mentre giocava con una bicicletta senza il supporto delle rotelle.

La famiglia della bambina presentava ricorso, chiedendo un risarcimento economico per il danno fisico subito dalla minore.

Il tribunale ha pienamente accolto tale domanda, correttamente inquadrata in un’ipotesi di responsabilità contrattuale per omessa vigilanza, così come già più volte pronunziato dalla Cassazione, con un indirizzo costante a partire dal 2015.

Ha quindi riconosciuto alla famiglia della piccola un risarcimento di ben 20 mila euro.