Una storica sentenza del Tribunale di Lecce (la n. 2000/2017), il quale nell’ambito di una giudizio di separazione ha  riconosciuto, per la prima volta, l’affidamento condiviso paritario di un minore.

Un scelta questa sollecitata da entrambi i genitori – e positivamente accolta dal Giudice – il quale ha riconosciuto un’equilibrata suddivisione tra padre e madre nella permanenza del minore.

Ha quindi conseguentemente disposto, in ragione dell’equa suddivisione, il mantenimento diretto, determinando quindi che ciascun  genitore provvederà direttamente al mantenimento del figlio nel periodo di propria permanenza, fermo restando la contribuzione al 50% delle spese straordinarie.