Diritto Minorile

WHATSAPP SI PUO’ USARE COME PROVA?

Si è deciso di commentare la recente decisione della Corte di Cassazione Sez. V (del 25/10/2017 n. 49016), poiché assai attuale.

Numerose sono, infatti, le richieste che ci provengono dai Clienti circa l’utilizzabilità o meno nei giudizi, delle conversazioni telefoniche avvenute per il tramite dell’applicazione whatsapp.

E’ questo il punto finalmente affrontato in maniera sistematica dalla cennata sentenza.

Il caso di specie prendeva le mosse dagli atti persecutori posti in essere da un uomo in danno della sua ex fidanzata, la quale ultima […]

SE L’EX NON VUOLE LAVORARE, NON VA MANTENUTO

Lo ha stabilito la Sesta Sezione Civile della Cassazione, nell’ordinanza 25697/2017, accogliendo il ricorso di un ex coniuge avverso un decreto di Corte d’Appello cielo aveva onerato dell’assegno di mantenimento in favore della ex moglie (oltre che dei due figli).

Il ricorrente, invero, lamentava proprio la voluta inerzia della donna nella ricerca di un’occupazione , la quale aveva addirittura rifiutato una concreta e valida proposta lavorativa.

Secondo un orientamento ormai stabile, la Cassazione ha invero pronunciato il principio che deve essere tenuta […]

L’ASSEGNO DI MANTENIMENTO, COME DETERMINARLO

Articolo tratto da Il Quotidiano Giuridico on line

La Suprema Corte ribadisce l’indirizzo consolidato secondo il quale, in caso di separazione, si prevede il diritto alla corresponsione dell’assegno di mantenimento, anche a vantaggio del coniuge che abbia redditi propri, laddove sia funzionale alla conservazione del medesimo tenore di vita goduto durante il matrimonio, con la precisazione che, nella quantificazione dell’assegno, i redditi non devono essere accertati nell’ammontare esatto, ma nella loro consistenza complessiva.
Cassazione civile, 28 giugno 2017, n. 16190